ORGANIZZIAMOCI PER L’AZIONE

 

CONTATTAMI : @mail : raffaele.cucchi@mac.com - mobile : +39 366 67 56 075

CINQUE ANNI DI LAVORO DI SQUADRA

Cos’è il Patto di Stabilità?


è un vincolo nazionale imposto a ciascun comune che di fatto altera il proprio bilancio, da sempre in pareggio, perchè - attraverso formulazioni diaboliche che si traducono in un obiettivo determinato in euro - impone all’Ente Locale l’accantonamento di un importo.


Per il Comune di Parabiago il suddetto accantonamento oscilla mediamente tra 1 e 1,2 milioni di euro all’anno.


Quale potrebbero essere la modalità più agevoli per accantonare questo importo ?


in un ordine decrescente di fattibilità esse sono :

  1. 1.TAGLIARE LA SPESA CORRENTE, vale a dire ridurre i servizi alla persona (es. sostegno alla disabilità, sostegno alle scuole paritarie, progetti scolastici, servizi sociali, ect..);

  2. 2.AUMENTARE LA TASSAZIONE LOCALE;

  3. 3.FRENARE GLI INVESTIMENTI ossia comprimere gli interventi destinati alla manutenzione del patrimonio comunale (es. edifici pubblici, scuole, strade, ect..);


I trasferimenti di risorse da parte dello Stato per coprire la spesa corrente hanno incidenza sul patto di stabiità?


la risposta è affermativa perchè essi sono in netta riduzione da alcuni anni in questa parte come si evice dalla lettura della tabella illustrata dal grafico sottostante

Quali sono stati, in questi anni, gli effetti del patto di stabilità sul bilancio del Comune di Parabiago e le manovre operate dallo stesso Ente per compensare i minori trasferimenti da parte dello Stato?


Al fine di fornire un’esaustiva risposta è stato allestito un prospetto dei valori in gioco e un diagramma nel quale sono ben visibili le evoluzioni dei principali fattori coinvolti nel raggiungimento del duplice esercizio di rispettare il patto di stabilità e di riequilibrare il bilancio a seguito del taglio dei trasferimenti dello Stato.

Premesso che le entrate derivanti dai servizi erogati dall’Ente (importi in color lilla) rappresentano quantità ormai consolidate negli anni in quanto giusto mix tra costo e qualità, dalla lettura dei dati risulta evidente che la riduzione dei trasferimenti (in verde chiaro) è necessariamente compensata dall’aumento della fiscalità locale.

Quest’ultima, osservando l’ammontare complessivo della spesa corrente (in colore bluette) e dell’obiettivo del patto di stabilità (in rosso), deve anche farsi carico di generare i flussi di cassa necessari ad accantonare l’importo equivalente all’obiettivo del patto di stabilità (in rosso) .

il PATTO di STABILITA’ in PILLOLE